I primordi

storia - i primordiDalla consacrazione della Basilica (1094), la prima documentazione certa relativa alla vita musicale marciana risale al 1316: Desemo a Maestro Zucchetto ducati 10 per conzamento degl’organi grandi de San Marco li quali era vastadi.

Oltre a Johannes Ciconia di Liegi, che prestando servizio nella Cattedrale di Padova dal 1401 alla morte (1412) ebbe con ogni probabilità contatti con Venezia dopo la conquista avvenuta nel 1405, certamente Antonio Romano, Hugo de Lantins e Cristoforo de Monte ebbero a che fare con la Basilica, avendo scritto mottetti celebrativi in onore di Francesco Foscari, doge dal 1423 al 1457.

Johannes de Quadris — di cui l’attuale Cappella Marciana ancora esegue in Settimana Santa il Cum autem venissent — fu “musicus et cantor” dal 1436 circa fino al 1457.

Tra il 1491 e il 1527 la responsabilità della musica per la liturgia marciana è affidata al fiammingo Pietro de Fossis, nominato “Maestro di Cappella” con l’incarico di istruire i cantori.