Maestro di cappella

MARCO GEMMANI

Il Maestro di Cappella Marco Gemmani
Bambino prodigio, a quattro anni suonava già il pianoforte, a sette iniziava lo studio del violino e a quindici dirigeva il suo primo concerto. Ha completato la sua preparazione conseguendo vari diplomi, tra cui Musica Corale – Direzione di Coro, Violino e Composizione.

E’ stato fondatore e membro dell’orchestra Accademia Bizantina di Ravenna con cui ha inciso diversi CD per le case discografiche Frequenz e Denon collaborando prima con Carlo Chiarappa e in seguito con Ottavio Dantone.

E’ stato direttore dei cori: In terra viventium, Kairòs, Accademia Bizantina e Creator Ensemble, con i quali ha svolto un’intensa attività concertistica in tutta Europa.

Dal 1991 al 1995 è stato Maestro di Cappella della Cattedrale di Rimini.

Nel 1998 diventa insegnante del Metodo Funzionale di Gisela Rohmert.

Nel 2000 è nominato Maestro di Cappella della Basilica di S. Marco a Venezia, carica che detiene tuttora. Tale incarico, alla guida di una delle più importanti istituzioni musicali del mondo, che ebbe maestri illustri come A. Willaert, A. Gabrieli, G. Gabrieli, C. Monteverdi, F. Cavalli, A. Lotti, B. Galuppi e L. Perosi, lo ha portato ad approfondire il repertorio vocale “veneziano” divenendone uno dei massimi esperti. Le continue esecuzioni della Cappella Marciana, durante le funzioni di tutto l’anno, sono divenute ormai un punto fermo per chi vuole ascoltare musica di rara bellezza nella splendida cornice della Basilica di S. Marco a Venezia.

Dopo aver insegnato in diverse istituzioni musicali, è attualmente docente di Direzione di Coro e Composizione Corale presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia.

Autore di numerose trascrizioni di musiche inedite, pubblicizzate online sul sito www.cantoressanctimarci.it, svolge un’approfondita ricerca musicologica nel campo della polifonia vocale antica e più in particolare sulla musica a Venezia dalle origini a oggi.

Oltre alle partiture, pubblica libri di carattere musicologico, compone musica vocale e cura mostre. Il suo ultimo libro si intitola Il canone a due voci, alla ricerca del segreto dei fiamminghi.